Lucrezia Maloberti, giovanissima promessa della Scuola Genova (13anni), ha scelto di utilizzare la estate per allenarsi e preparare al meglio la prossima stagione. Per questo ha deciso di seguire il prestigioso "Camp Galeb" tenuto dal maestro serbo Dragan Jovic, considerato come il migliore al mondo. Jovic, oltre al suo club, allena anche allena la nazionale del suo paese e alle ultime olimpiadi di Tokyo ha stupito il mondo ottenendo due medaglie, un oro e un bronzo e guidando la Serbia al secondo posto nel medagliere, dietro solo al Comitato Olimpico Russo, con due ori. Il campus è in corso di svolgimento nella cittadina turistica di Vranjačka Banja a sud di Belgrado. Durante i 7 giorni previsti, gli atleti svolgono ogni giorno due sessioni di allenamento divise tra preparazione atletica e parte tattica, chiudendo con una giornata dedicata ai test match di combattimento. Oltre 300 i partecipanti da tutta Europa oltre che da Canada, Egitto e Tunisia. Lucrezia e la napoletana Cuorvo le uniche italiane iscritte al campus. Presenti anche le medaglie di Tokyo, Tijana Bogdanovic, bronzo, e Milica Mandic, che a Tokyo ha vinto il suo secondo alloro olimpico dopo quello di Londra 2012.


"Ho scelto questo campus perché volevo allenarmi con una leggenda come Jovic, che soprattutto in campo femminile ha ottenuto enormi successi" dichiara Lucrezia, che nel 2019 aveva già frequentato lo stage organizzato da Carlo Molfetta, oro a Londra 2012 "il maestro Jovic è un vero perfezionista, molto attento ad ogni aspetto, oltre che un gran motivatore in grado di trasmettere carica e stimolare l'intensità negli allenamenti. Ma è anche una persona molto simpatica, in grado di farti sorridere anche durante le dure sessioni di allenamento. Il suo mantra, "Train hard, win easy", permea tutto il campus.inoltre ho potuto conoscere leggende come Bogdanovic e Mandic, che spero un giorno di poter emulare nei loro successi". In Serbia la Maloberti prepara la prossima stagione, che la vedrà impegnata ai campionati italiani cadetti. La giovane genovese infatti, nonostante l'età l, vanta già un palmares invidiabile con diversi titoli regionali e medaglie anche a livello internazionale. Oltre a Lucrezia, tanti altri atleti liguri hanno deciso di allenarsi anche in estate scegliendo di frequentare i campus di specializzazione organizzati dalla Federazione Italiana Taekwondo.

Molfetta Legacy Camp dal 22 al 28 agosto.

‌Riccardo Pastore (scuola Genova)
‌Filippo Patri (scuola Genova)
‌Lorenzo Barbucci (scuola Genova)
‌Filippo Lampis (scuola Genova)
‌Martina Fantoni (scuola Genova)
‌Nicole Masala (scuola Genova)
‌Alessandro Carta (scuola Genova)
‌Daniele Masala (scuola Genova)
‌Ginevra Venturi (scuola Genova)
Stefano Brizzolari (Black Sharks)
‌Stefano Maggiolo (Lanterna)

Notaro Camp forme dal 28 agosto al 3 settembre.

‌Andrea Norbiato (scuola Genova)
‌Alessio Guastella (scuola Genova)
‌Federico Serain (scuola Genova)
‌Francesco Debilio (scuola Genova)
‌Ludovica Serain (scuola Genova)
‌Ludovica Fugazza (scuola Genova)
‌Emanuele Fugazza (scuola Genova)
‌Giorgia Casari (scuola Genova)
‌Gaia Casari (scuola Genova)
‌Antonio Voltolina (scuola Genova)


In foto
Maloberti e Mandic (0017)
Maloberti e il maestro Jovic
Maloberti e Bogdanovic (0042)

 

Ora è ufficiale, Gaia Gavarone parteciperà al campionato europeo under 21 in programma dal 23 agosto a Tallin, Estonia.

L'atleta in forza all'Olimpia Savona ha ricevuto la notizia direttamente dal maestro Baglivo a Mesagne, dove si trovava per svolgere il raduno di selezione con la nazionale.
 
Proprio a Mesagne la nazionale under 21 ha ricevuto la visita del neo campione olimpico Vito dell'Aquila, mesagnese ed allievo del maestro Baglivo.
 
Gaia è campionessa italiana 49kg in carica ed è stata portacolori azzurri ai mondiali junior di Hammamet 2018.
 

Pioggia di medaglie per i nostri atleti impegnati nella finale della prestigiosa Coppa Chimera.
I nostri ragazzi hanno superato tutti round organizzati nei mesi scorsi, accedendo alle varie finali e ottenendo ottimi piazzamenti in quella che è, dopo i campionati italiani, la manifestazione di forme e freestyle più competitiva a livello nazionale.

Di seguito tutti i medagliati Liguri.
?ORO:
Emanuele Fugazza
Simona Barletta
Joel Delgadillo
Matilde Cusano
Alessandro Carta
Siro Tacchella
Arianna Palermo
Giorgia Casari
Gaia Casari
Ginevra Piga

?ARGENTO:
Ludovica Fugazza
Nicolò Rebolino
Federico Serain
Carla Rolando
Nicole Masala
Leonardo Fortuna
Caterina Bonsignore

? BRONZO:
Daniele Masala
Andrea Norbiato
Gianmario Piga
Francesco Doddis
Gabriele Piga
Annalisa Amelia
Alexis Hernandez
Manuela Di Vita
Pietro Siccardi
Agata Zafferani
Guido Abate
Liliana Corral
Daniela Pompeo

 

Con la ripartenza del circuito internazionale delle gare di combattimento, gli atleti liguri tornano a conquistare medaglie. Questa volta è stato il turno della giovanissima Nicole Masala, classe 2010 in forza alla Scuola Genova, che a Montpellier ha ottenuto una splendida medaglia d'oro nella categoria al limite dei 33kg. L'evento, che ha visto la partecipazione di oltre 500 atleti da tutta Europa, è stato per lei il primo vero ritorno sul tatami dopo la lunga pausa forzata a causa della pandemia. In Francia Nicole, accompagnata per l'occasione dal tecnico Giulia Pirino, ha dominato le avversarie conquistando il gradino più alto del podio con un'ottima prestazione sotto il profilo tecnico e atletico. Sul podio anche i compagni Ginevra Venturi e Filippo Patri, entrambi terzi classificati, mentre si ferma prima delle semifinali l'avventura di Riccardo Pastore.
 
"Queste gare combattute dopo una lunga sosta sono sempre molto complicate e nascondono molte insidie sotto il punto di vista fisico, atletico e psicologico, ma i ragazzi si sono ben comportati e, anche chi non ha ottenuto medaglia, ha comunque dimostrato di andare nella giusta direzione" commenta il maestro della Scuola Genova Pietro Fugazza "Questa era per noi la seconda gara dopo il MultiGames di Sofia che ha visto impegnate le cinture nere. Il nostro obiettivo è sempre quello di continuare a crescere per poter puntare ai più alti traguardi".
 

Cerca

Radio 19

Dae do

 

 

Immagini Casuali