Un grandissimo successo quello ottenuto dalle società liguri ai campionati italiani forme e freestyle di taekwondo e para taekwondo che si sono svolti il 17 e 18 dicembre al Pala Estra di Arezzo. La manifestazione ha visto affrontarsi i più forti atleti a livello nazionale, sotto gli occhi del Direttore Tecnico della nazionale Andrea Notaro, sempre in cerca di nuovi talenti da aggregare al gruppo azzurro. Sul taccuino del maestro Notaro sarà finito senz’altro il nome di Joel Delgadillo, giovanissima stella del parataekwondo genovese in forza alla Polisportiva Città dei Ragazzi che ha gareggiato nella categoria P20 maschile ((disabilità intellettuali – sindrome autistiche e simili). Il classe 2007 non ha ancora sostenuto l’esame da cintura nera, ma è stato comune capace di vincere l’oro nelle forme, seppur competendo contro atleti cinture nere più grandi ed esperti. La pulizia della tecnica e la perfetta esecuzione, gli sono però valsi la vittoria, davanti al lombardo Matteo Tosoni e all’altro genovese e compagno di palestra Renzo Caraccia, già vice campione italiano e rappresentante dell’Italia ai campionati Europei di parataekwondo 2019. “Sono felice per il mio risultato e sono molto contento per l’oro di Joel, che è davvero un bravissimo atleta” il commento a caldo di Caraccia, a dimostrazione della grande sportività che ha caratterizzato la due giorni di gare. Con due medaglie, la Polisportiva Città di Ragazzi si è aggiudicata il quarto posto nella classifica per società, confermando la bontà del cammino intrapreso dal maestro Marcato, negli anni specializzatosi nel parataekwondo.

Dalle forme e freestyle sono arrivate invece le soddisfazioni più grandi per la Scuola Genova. Grande protagonista il figlio d’arte Emanuele Fugazza, vero e proprio dominatore nella categoria Kids con due medaglie d’oro. Dopo aver vinto la prova di freestyle, infatti, Emanuele si è ripetuto nel freestyle, offrendo una prova di grande spettacolarità e piena di evoluzioni che hanno lasciato colpiti pubblico e giuria e portato la scuola del papà e maestro Pietro Fugazza a essere premiata come quarta società. Sono state una “questione di famiglia” anche le altre due medaglie conquistate dalla Scuola Genova, con i fratelli Ludovica e Federico Serain che hanno ottenuto entrambi la medaglia di bronzo.   

Ottima prova anche per Andrea Norbiato, il sedicenne chiavarese, che da quest’anno vive e si allena a Ravenna e ha partecipato alla gara come tesserato per la Yonghon APSS, ha infatti conquistato l’argento nel freestyle, dietro all’atleta di casa Luca Matellini.

Soddisfatto il Presidente Regionale Delfino “Forme e freestyle rappresentano l’eredità e l’evoluzione della nostra disciplina e siamo orgogliosi che il movimento ligure sia riuscito a primeggiare in entrambe, dimostra che possiamo contare su uno staff di insegnanti di primo livello, specializzati in tutti i settori del taekwondo. Le medaglie conquistate ad Arezzo sono il miglior regalo di Natale per i nostri ragazzi, in attesa di un 2022 che speriamo sia foriero di altre soddisfazioni”.

I campionati Italiani hanno chiuso la stagione agonistica per il taekwondo ligure, che ora aspetta il 2022 per tornare ad essere protagonista in campo nazionale e internazionale.

 

 

 

Un grande appuntamento per tutti gli appassionati di forme e freestyle, con un docente d'eccezione. Si è svolto sabato 4 dicembre al Tower Airport Hotel di Genova lo stage con il maestro Andrea Notaro organizzato dalla Scuola Taekwondo Genova, che ha visto il direttore tecnico della nazionale italiana impegnato in classi di forme e freestyle, dai più piccoli alle categorie senior e master.

L'evento è stato anche l'occasione per preparare due importanti appuntamenti, la Columbus Cup di domenica 5 dicembre e, soprattutto, il campionato italiano forme e freestyle in programma il 18 dicembre ad Arezzo. Grande partecipazione, sia tra gli atleti liguri che da Lombardia e Piemonte, a dimostrazione dell'importanza dell'evento. Tanti gli atleti liguri che hanno avuto la possibilità di allenarsi a stretto contatto con una leggenda della disciplina come il maestro Notaro e che, ad Arezzo, daranno la caccia al podio più importante.

Tra di loro, Renzo Caracci (Polisportiva Città dei ragazzi), già atleta azzurro agli ultimi campionati europei parataekwondo, e Federico Serain, membro della squadra regionale e medagliato al Trofeo Kinder.

Soddisfatto per il successo dell'evento il maestro Delfino: "Avere una personalità importante come il maestro Notaro è per noi motivo di grande orgoglio e dimostrazione dell'impegno che mettono le nostre società nell'organizzare eventi che permettano ai nostri atleti di competere ed i aggiornarsi continuamente. Il nostro movimento resta in crescita e anche ai prossimi italiani di forme, come accaduto per quelli di combattimento, puntiamo a portare a casa medaglie importanti".
 

Grande successo per la prima edizione della Columbus Cup svoltasi domenica 5 dicembre al Tower Airport Hotel di Genova. L’evento, organizzato dalla Scuola Taekwondo Genova, è stato dedicato alle forme e al freestyle.

In gara tutte le categorie, dai più piccoli ai seniores, compreso il settore para taekwondo, dove Genova vanta diverse eccellenze (in primis Renzo Caraccia, classe 2002 e già nel giro della nazionale azzurra e argento a fine giornata).

Hanno partecipato più di 250 atleti, provenienti da tutta la Liguria, oltre che da Piemonte e Lombardia, in quella che è la prima gara di forme in presenza organizzata nel Nord Italia dopo il lockdown. Il successo della manifestazione si deve anche a due fattori, in primis la presenza del maestro Andrea Notaro, direttore tecnico della nazionale di forme.

Notaro, che nella giornata di sabato 4 dicembre aveva tenuto uno stage di forme e freestyle al Tower Airport Hotel, ha presenziato all’evento in qualità di ospite speciale, potendo così osservare alcuni dei talenti che il 18 e 19 dicembre, al Pala Estra di Arezzo, parteciperanno al campionato italiano di forme e freestyle. Proprio la vicinanza allagara più importante dell’anno è stato il secondo elemento che ha certificato il successo della gara, che molti degli atleti presenti hanno sfruttato come prova generale in vista del campionato italiano.  Alla fine, la classifica per società ha visto al primo posto la Scuola Genova (30 ori), seguita dalla Hwasong (6 ori, 4 argenti 3 bronzi), Hung Ki Kim (4 ori, 10 argenti, 7 bronzi) e Taekwondo Ponente, con 4 ori.

Grande prova degli atleti liguri ai campionati assoluti cinture nere svoltisi sabato 20 e fino a domenica 21 novembre a Busto Arsizio. Nella prestigiosa cornice dell E-Work Arena, sede dell’UYBA volley, formazione di serie A1 femminile, si sono affrontati oltre 320 atleti da tutta Italia, per quella che è la gara più importante del calendario nazionale.

La prima medaglia arriva sabato quando la Savonese Sofia Ciarlo (Olimpia) conquista la medaglia di bronzo, aggiudicandosi il derby ligure con la genovese Giulia Monteforte per 20-10 e battendo nettamente la laziale Domitilla Davoli per 21 – 1 e l'Emiliana Alessia Korotkova. Molto teso l'incontro di semifinale con l'altra atleta emiliana Ilaria Genitoni, vinto da quest'ultima per 17-14 con un calcio al viso da tre punti subito da Sofia a pochissimi secondi dal termine. Per Sofia è la prima medaglia nella categoria senior, dopo i piazzamenti tra le juniores.

Domenica è invece arrivata la medaglia d’argento di Moreno Monticelli (Marassi Taekwondo) che ha brillantemente superato i quarti di finale, battendo con il risultato di 23 – 13 il laziale Scauri, e la semifinale, con il risultato di 12 – 0 inflitto al pugliese Calandrino. Niente da fare, invece, contro Simone Alessio, atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Rosse e della nazionale italiana, campione del mondo in carica e reduce dall’esperienza olimpica a Tokyo. Monticelli, contro un avversario di caratura oggettivamente superiore, ha però ben figurato proponendo un approccio alla gara molto aggressivo e arrivando anche a colpire il gigante Alessio (198 cm) con un calcio al viso che ha fatto esplodere il palazzetto. Alla fine, punteggio nettamente a favore dell’atleta nazionale, che si è confermato campione italiano vincendo per 25-2, ma applausi al genovese per il carisma e la personalità dimostrata, che gli sono state riconosciute anche dall’avversario a fine gara.

Prova da medaglia anche di Giorgia Pirino, (Scuola Genova). Giorgia, classe 2003 al debutto tra i seniores ha gareggiato nella categoria 62 kg superando agli ottavi l’emiliana Argelli per 12 – 6 e ripetendosi ai quarti contro la laziale Simonazzi, regolata per 8-2. Niente da fare, invece, in semifinale, dove Giorgia è stata battuta dalla marchigiana Giunta per 11 – 1. Una medaglia di bronzo che certifica il ruolo della Pirino come giovane promessa del taekwondo genvoese.

Tante ottime prove anche da parte degli altri liguri in gara, a partire da Matteo Vaghini (Marassi) sconfitto solo ai quarti di finale dall’atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Oro e della nazionale Davide Spinosa, già campione del mondo juniores. Si fermano prima della medagli anche Brigida Bernardi (Marassi), vice campionessa italiana in carica, Andrea Fossa, Lucrezia Visconti, Paola Nardi, Giulia Monteforte, Augusto Campazzo (tutti Scuola Genova), Alice Manca, Luca Gualdi, la campionessa italiana in carica Gaia Gavarone, Alessando Pileri (tutti Olimpia), Alessandro Rubba (Lanterna) ed Etienne Garibaldi (Black Sharks)

 

Cerca

Radio 19

Dae do

 

 

Immagini Casuali